· Contatti
· Info Sito
· Links
· Crea Account
· Download
· Info Shard
· Regolamento Shard
· Staff
· Calendario
· Screens & Videos
· Forum
· La Storia
· Il Mondo
· Il Tempo
· Classi
· Razze
· Bestiario
· Divinità
· Diplomazia
· Edifici
· Gilde
· Oggettistica
· Personaggi
· F.A.Q.
· Guida al Gioco
· Guida al GdR
· Guida ai Nomi
· Problemi Comuni
· Programmi Esterni
· Enciclopedia
· Quests
· Ordini di Lavoro
· Auto-Quests
Home > Il Tempo > Festività Oscure 

ithius, Eligos, Armaros, Ithea, sono le stagioni che racchiudono i mesi dell’anno Oscuro.
Gomory, Foras, (e le prime 22 Lune di Morax) sono i mesi freddi di Ithea, della natura assorta in un sonno latente che tutto adombra, ove la Notte regna sul Giorno e dove gli oscuri attingono i loro maggiori poteri dall’apparente stato mortale di ciò che li circonda.
Agares, Murmur, (e le prime 20 lune di Guison) abbracciano suadenti la stagione del risveglio che prende il nome di Pithius, mentre la canicola di Eligos annovera tra i propri mesi Lerajie, Abigor e (le prime 20 lune di Sytry), sino a giungere ad Armaros, la stagione in cui il mondo si ricopre dei vivaci colori del fuoco e si appresta al riposo, Orobas, Naberius e le prime 20 lune di Dantalian sono i testimoni di questo sonno.

Le sei principali festività Oscure vengono celebrate in giorni prestabiliti del calendario oscuro in cui si verificano eventi naturali rilevanti quali i solstizi, gli equinozi e altre ricorrenze legate alla Natura e al suo decorrere.
Finalità di queste festività è creare un ponte tra il mondo spirituale e quello fisico, così da condurre il popolo oscuro, in una comunione più salda e tangibile verso l'unico Dio Arhiman.
La Luna è simbolo della luce della conoscenza infusa dal Dio attraverso le tenebre che il popolo oscuro ha da secoli abbracciato e per questo le cerimonie di adorazione vengono eseguite al suo chiarore e nelle fasi di cambiamento relative a questa.

Solstizio d'Inverno

(21° luna del mese di Dantalian nella stagione di Ithea)

E’ stato a lungo visto come occasione di nascita divina, inoltre è il momento di massima oscurità, il giorno più corto dell'anno. Gli oscuri interpretano questo fenomeno come una dimostrazione di potere dell'unico dio della Notte, e come una ostentata vittoria delle tenebre sulla luce. Gli Oscuri utilizzano questo momento di massima congiunzione con il potere divino, per celebrare la vittoria delle tenebre, per propiziarsi la loro protezione nell'anno a venire, e per rinnovare la loro fede al dio Ahriman.

Mezza Estate o Solstizio d’Estate

(21° luna del mese di Guison nella stagione di Eligos)

E’ il giorno in cui la luce (Mithra) raggiunge il suo massimo manifestarsi. In questa occasione gli oscuri, pervasi dal senso di momentanea impotenza ricercano il buio in questa giornata in cui il sole (quindi Mithra) prevale.
Essi accendono grandi fuochi così da riportare l'attenzione del dio Oscuro sui suoi figli prediletti e ogni abitante di Shabetoryk si ritira nel tempio, dall'alba al tramonto recando preghiere e sacrifici ad Ahriman ricercando così il buio e nascondendosi alla vista del dio blasfemo della luce.

Equinozio d’Autunno

(23° luna del mese di Sytry nella stagione di Armaros )

Le ore di luce e di buio si equiparano in questa ricorrenza dove gli oscuri, saggi conoscitori delle forze che governano il mondo, posano la loro riflessione sulla condizione di Giorno e Notte che divengono uguali, ricorrenza in cui le intese con il mondo di luce non paiono così lontane.
E' un giorno di tregua, dove la riflessione e la contemplazione sostituiscono ogni attività differente da queste.
Le attività bellicose saranno per qualche momento accantonate così come quelle lavorative sostituite dal pensiero sulla condizione in cui il mondo viene retto dalle due forze fondamentali che lo muovono.
Gli alchimisti e i contadini provvedono a riporre al sicuro il raccolto di piante magiche e curative, raccolte durante i mesi caldi, poiché la natura si prepara al suo sonno invernale.
Una morte che presagisce una rinascita così come l'animo oscuro ha fatto nei secoli per divenire ciò che ora è.
Con questa festività si vuole appunto simboleggiare il cammino che ogni oscuro dovrebbe intraprendere a livello spirituale.

Equinozio di Primavera

(22° luna del mese di Morax nella stagione di Pithios)

E’ ricorrenza per gli oscuri che celebrano la rinascita del mondo così come il rifiorire delle arti, dei commerci, e della fertilità, sia mentale che fisica.
E' in questo periodo che essi si dedicano con maggior vigore alla preghiera e alla coltivazione delle proprie attitudini. L'allenamento fisico e mentale è simbolo della rinascita, del rinnovamento e dell'ampliamento, così com'è nel progetto massimo di espansione oscura.
Gli oscuri ringraziano il dio per aver manifestato la propria presenza ed aver dato loro sicurezza e prosperità. Lo accompagnano nel suo periodo di offuscamento poichè la luce è destinata ad aumentare di potere, supportandolo con le nuove nascite che solitamente si concentrano con maggior vigore in questo periodo.

Ricerca della luce Oscura

(31° luna di Orobas nella stagione di Armaros)

Gli oscuri fedeli e coloro che sono dediti al culto di Ahriman dedicano questa notte alla congiunzione con il dio, in una cerimonia solenne fanno uso di sostante stupefacenti come l'oppio o l'assenzio in modo da ottenere delle visioni che leggeranno come il volere del Dio.
Poiché viene riconosciuto anche come il momento in cui gli animali vengono macellati per assicurasi il cibo per tutta la profondità dell’inverno, il legame con il dio viene rafforzato da frequenti sacrifici e offerte durante il rituale così che l'efferato frutto dello scempio possa essere utilizzato come tramite tra la carnalità e la spiritualità.
Questo è un momento di riflessione, per guardarsi indietro nell’anno trascorso, e per interpretare il volere dell'unico dio verso l'anno avvenire. Gli Oscuri percepiscono la sottile separazione tra la realtà fisica e quella spirituale in questa notte, e ne colgono l'occasione per ricordare e ringraziare, sicuri che questi possano meglio udirli, i morti e loro antenati che hanno tramandato conoscenze e forza così da:assicurare la continuità di tutto il popolo.

Notte delle Fiamme

(14° luna di Naberius nella stagione di Armaros)

Un Sabba dedicato alla consacrazione delle candele e dei lumi che verranno utilizzati nei riti dei mesi successivi, ma è anche la notte nella quale gli apprendisti stregoni hanno la loro cerimonia di iniziazione.
Tutti gli oscuri quella notte girano per la città con candele in mano e vi sono riti propiziatori presso il tempio di Ahriman ove ogni oscuro si reca a pregare sulle tombe degli antichi sovrani.

[Su]
 
 



Atlantide III :: Lacrime degli Dei è uno shard italiano gratuito di Ultima Online
Attivo dal 5 Febbraio 2006
Hosted by IGZ
Powered by SphereServer
Creative Commons License