· Contatti
· Info Sito
· Links
· Crea Account
· Download
· Info Shard
· Regolamento Shard
· Staff
· Calendario
· Screens & Videos
· Forum
· La Storia
· Il Mondo
· Il Tempo
· Classi
· Razze
· Bestiario
· Divinità
· Diplomazia
· Edifici
· Gilde
· Oggettistica
· Personaggi
· F.A.Q.
· Guida al Gioco
· Guida al GdR
· Guida ai Nomi
· Problemi Comuni
· Programmi Esterni
· Enciclopedia
· Quests
· Ordini di Lavoro
· Auto-Quests
Home > Il Mondo > Mari 

n giovane, appoggiato al molo del porto di Buccaneer's Den, intento con un retino a pescare ritrova nella rete, insieme a due piccole aringhe, delle pagine consunte e slavate dall'acqua marina.

"Le foschie del giorno sono dense come le ombre notturne, a malapena si riescono a notare le coste avvicinandosi ed in mare aperto non esiste nessun approdo possibile. Questo Mare Esterno e’ davvero un deserto marino, le onde e i venti non cessano mai di cullar lo scafo, non ho mai visto un giorno di mare calmo, assurdo! Nulla vive qua se non il silenzio interrotto dai brontolii profondi delle acque che fan tremare i polsi... AH! Ricordo ancora l'incontro con quei tentacoli grossi come alberi, dannata creatura degli abissi, per poco non affondavi la mia nave! Per la mala sorte, meno male che Skara Brae e Jhelom hanno riscaldato alcune delle nostre notti con vino e donne..quanto si gela in quel mare di notte e quanto si soffr....."

La pagina stracciata non permette oltre la lettura.
Il ragazzo pinza con le dita un altro foglio e lo estrae cercando di non rovinarlo.

"Abbiamo lasciato da pochi giorni le coste settentrionali di Terrabuia. Saranno le molte isole che lo costellano o il tappeto luminoso che copre il cielo notturno di questa distesa d'acqua, non so perché ma devo dir che Mar delle Stelle e’ davvero il nome migliore che potevan dargli i vecchi marinai. Qua le acque son piu’ tranquille e le brezze soffian con regolarita’, ogni tanto si incappa in qualche bonaccia ma tutto sommato e’ un buon mare. E' ingannevole la presentazione di questo distesa, le insidie ci sono, eccome! Corsari d'ogni sorta, mercanti con le loro scorte armate per non parlar delle flotte delle capitali del Ki-An, maledetti! Abbiam saccheggiato ieri un paesello sulle rive di Occlo, per una settimana dovremmo....."

Le parole a seguire son illegibili, rovinate dal sale marino. Voltato il foglio di carta grondante a malapena si decifrano altre righe.

"Ecco il prodotto del Cataclisma! Per tutto l'oro di questo mondo! La Morsa della Murena: la gola creata dalla spaccatura dei due continenti e’ impressionante. Mi piace questo stretto: Le pareti ripide non danno approdi, non ci son vie di uscita, e’ ideale per piazzar il mio covo. Il clima muta a seconda dei venti: quando soffiano i venti dallo Sakhalin le raffiche di pioggia son incessanti, si devono attendere le brezze che scendono dal Ki-An per veder sentir i raggi del sole sulla pelle. Devo ricordarmi di segnare sulla mappa le tane dei calamari giganti, un solo errore con quelle bestie e’ fatale. La prime due si trovano vocino alla rupe sulla costa....."

Con un gesto di stizza per la mancata scoperta il pescatore alle prime armi gettò in acqua la pagina e, colte le due aringhe dalla rete, si allontanò in cerca di un pescato migliore su altre coste.
Sull'acqua stagnante del porto dondolavano ancora alcune pagine e su una di queste si poteva leggere ancora con discreta facilità una firma:

"Ekart Purplewave"

[Su]
 
 



Atlantide III :: Lacrime degli Dei è uno shard italiano gratuito di Ultima Online
Attivo dal 5 Febbraio 2006
Hosted by IGZ
Powered by SphereServer
Creative Commons License