· Contatti
· Info Sito
· Links
· Crea Account
· Download
· Info Shard
· Regolamento Shard
· Staff
· Calendario
· Screens & Videos
· Forum
· La Storia
· Il Mondo
· Il Tempo
· Classi
· Razze
· Bestiario
· Divinità
· Diplomazia
· Edifici
· Gilde
· Oggettistica
· Personaggi
· F.A.Q.
· Guida al Gioco
· Guida al GdR
· Guida ai Nomi
· Problemi Comuni
· Programmi Esterni
· Enciclopedia
· Quests
· Ordini di Lavoro
· Auto-Quests
Home > Il Mondo > Altre Città 

Isola dei Bucanieri

Nome:   Isola dei Bucanieri
Collocazione geografica:   Isola dei Bucanieri
Luoghi di rilievo:   Taverna sotterranea
Rotte marittime:   Ambrosia, Roccaforte dei Serpenti, Trinsic, Magincia, Occlo, Nujel'm

La città dei Pirati, eretta nel corso degli anni sull'isola omonima a sud-est della baia di Ambrosia, accoglie nel suo grembo bucanieri e criminali di bassa lega. In questa città, dove l'unica legge che conta è quella del più forte e del più furbo, trovano riparo dalle leggi del popolo umano abili naviganti, amanti delle scelleratezze e del sapore forte del grog!
Più che una città l'Isola dei Bucanieri è un'insieme di baracche di legno e capanne, ricavate dai resti delle imbarcazioni della flotta ambrosiana, dove i briganti possono preparare la successiva incursione in tutta calma.
Fatta eccezione per i pochi manufatti realizzati dagli artigiani dell' isola, quasi tutti gli oggetti che si trovano in città sono bottini di furti e saccheggi.
Famoso è il dedalo di tunnel sotterranei alla città, cui si rischia di accedere malamente cadendo in una delle numerose trappole sparse per la circostante giungla.
Nell'intrico di umidi passaggi si trova la taverna sotterranea, luogo di ritrovo dei peggiori elementi dell'isola.

Jhelom

Nome:   Jhelom
Collocazione geografica:   Isola di Jhelom
Luoghi di rilievo:   Arena
Rotte marittime:   Skara Brae, Roccaforte dei Serpenti

Jhelom è stata edificata sull'omonima isola all'estremo meridionale di Sakhalin e col tempo espansa anche alle due più piccole isole limitrofe, raggiungibili mediante un magico sistema di teletrasporto.
La città, fatta di edifici in legno, assomiglia molto ad un luogo di frontiera per quanto riguarda la frequentazione. E' del resto vero che essa si trova nel punto di passaggio tra il Mar delle Stelle e quello Esterno.
Per le sue strade di terra battuta si possono incontrare commercianti, scalpellini o marinai in cerca di un impiego, mercenari o semplici artigiani silenziosamente indaffarati dinanzi alla propria bottega.
Relativamente famosa è la sua piccola Arena, in cui le genti di passaggio usano sfidarsi in duelli e combattimenti simulati (talvolta non troppo!).

Magincia

Nome:   Magincia
Collocazione geografica:   Isola di Magincia
Luoghi di rilievo:   n.n.
Rotte marittime:   Ambrosia, Occlo, Nujel'm,Isola dei Bucanieri, Moonglow

La piccola ma splendida città di Magincia fu fondata da un gruppo di maghi desiderosi di isolarsi dalla frenesia delle grandi città, abituati com'erano alla pace che regnava nel Liceo di magia di Moonglow.
Edifici riccamente ornati da eleganti intarsi, strade selciate su cui timida scorre la sabbia della vicina spiaggia trasportata dal vento mite, palme ed alberi dai frutti succosi, costituiscono il piacevole paesaggio di questo raffinato angolo di pace.

Minoc

Nome:   Minoc
Collocazione geografica:   Ki-An
Luoghi di rilievo:   n.n.
Rotte marittime:   Yew, Vesper

Minoc si estende nella regione nord-orientale delle terre di Sosaria su di una lingua di terra che si approfonda tra un'insenatura del Mare Esterno ed i lembi del fiume che sfocia a Vesper e che permette la comunicazione fluviale tra le due cittadine commerciali. Minoc si è sviluppata a partire dall'insediamento nei pressi delle Grandi Miniere del Nord, divenendo oggi il centro di riferimento per il mercato che ruota attorno al mondo della mineralogia.
E' qui che vivono i maggiori commercianti di pietre preziose, le famiglie che han fatto ricchezze grazie all'arte dell'estrazione dalle miniere. Qui vengono stagionalmente lavoratori speranzosi di racimolare qualche moneta lavorando per ore nelle profondità dei vicini complessi rocciosi. A Minoc vien prodotta la maggior parte delle materie prime necessarie all'Impero Umano: minerali, metalli e legname. Da qui i materiali vengono esportati principalmente alla vicina Vesper dove vengono in parte trasformati in manufatti, in parte venduti come tali sui principali mercati di Sosaria.

Occlo

Nome:   Occlo
Collocazione geografica:   isola di Occlo
Luoghi di rilievo:   n.n.
Rotte marittime:   Roccaforte dei Serpenti, Isola dei Bucanieri,Magincia, Avatar

La piccola e fiorita cittadina di Occlo sorge nella porzione nord-orientale della vulcanica isola a sud di Magincia.
Città di contadini che nel corso degli anni sono riusciti a strappare al suolo vulcanico spazi sempre più ampi di terreno coltivabile e fertile.
Oggi l'intero suolo dell'isola è ricoperto da una distesa erbosa.

Moonglow

Nome:   Moonglow
Collocazione geografica:   isola di Moonglow
Luoghi di rilievo:   Liceo, Giardino delle Pietre, Telescopio
Rotte marittime:   Ambrosia, Skara Brae, Yew, Vesper, Magincia, Nujel'm, Glacea

La cittadina è edificata nella porzione dell'omonima isola compresa tra i due lembi di terra più settentrionali. Protetta da una grande cinta muraria, progettata dal medesimo architetto che ha inventato il sistema difensivo di Ambrosia, la cittadina è famosa per la sua propensione culturale. Si tratta di una città giovane e dinamica, popolata per la maggior parte da studenti delle diverse arti e discipline, ma in particolare da maghi, nel cui liceo trovano la principale e basilare fonte di cultura. Praticamente ogni forma di magia bianca, incanto o pozione sono studiati al Liceo. Qui vengono studiati i rituali e le nuove forme di divinazione. Ogni mago umano interessato a migliorare le proprie capacità, così come ogni aspirante mago viene a Moonglow a studiare almeno qualche mese al Liceo. Gli edifici della città sono robusti e privi di elementi superflui. Le strade strette, ma ben architettate e collegate tra loro. Al centro della città vi è il famoso Giardino delle pietre, un piccolo labirinto di siepi in cui si trovano delle piattaforme che permettono il teletrasporto verso i luoghi più lontani dell'isola. Nella penisola di nord-ovest si trova un assortito negozio di magia, dal quale si dice sia possibile raggiungere magicamente la città di Papua, nelle Terre Perdute.

Nujel'm

Nome:   Nujel’m
Collocazione geografica:   isola di Nujel’m
Luoghi di rilievo:   Piazza degli scacchi
Rotte marittime:   Ambrosia, Vesper, Isola dei Bucanieri,Magincia, Moonglow, Glacea

Nujel'm è situata su di una remota isola al largo della costa di Vesper dove il territorio desertico accieca lo sguardo ed il caldo spegne le esuberanze. La città è caratterizzata da costruzioni di bianco lucente, arancione della pietra arenaria, marmi bianchi e neri. Strutture arcuate e contrafforti impreziosiscono lo stile della cittadina. Degna di nota la grande Piazza degli scacchi, lastricata di intarsi chiari e scuri che riproducono su larga scala gli spazi di una scacchiera. Abili scacchisti da tutta Sosaria giungono qui nei mesi più freschi per sfidarsi in gare interminabili di sapiente maestria e tattica. I pezzi utilizzati per il gioco? Vi consigliamo di affrontare il viaggio per andare voi stessi a vedere...

Skara Brae

Nome:   Skara Brae
Collocazione geografica:   isola di Skara Brae
Luoghi di rilievo:   n.n.
Rotte marittime:   Ambrosia, Jhelom, Moonglow, Yew, Glacea

Città di contadini ed artigiani, fatta di strutture in legno e paglia. Città povera, rimasta isolata a causa del “Grande Cataclisma” che ha strappato via parte della fertile terra attorno alla città. La cittadina è oggi crocevia tra il continente del nord e quello di sud oltre che territorio di passaggio per i naviganti che circumnavigano il Ki-An da Ambrosia alle terre di nord-ovest.

Roccaforte dei Serpenti

Nome:   Roccaforte dei Serpenti
Collocazione geografica:   isola della Roccaforte dei Serpenti
Luoghi di rilievo:   n.n.
Rotte marittime:   Isola dei Bucanieri, Occlo, Jhelom, Avatar

Eretta sull'omonima isola posta tra le Lande del Pianto e l'isola di Avatar, Roccaforte dei Serpenti sembra più una roccaforte che una città. Effettivamente essa sorse ai tempi della guerra contro una popolazione di briganti che per anni tenne in scacco l'Impero Umano con continue razzie e violenze entro i margini del continente.
I generali dell'esercito reale decisero di trasferire qui un gruppo di milizie, di modo che si trovassero in un punto strategico tra l'isola ed il continente. Strutture in legno duro, alti bastioni, strette guardiole e costruzioni arroccate costituiscono lo stile di questa città. Ancor'oggi molti soldati vengono mandati a Roccaforte dei Serpenti per esercitarsi nei primi anni del praticantato. Del resto poco altro sarebbe in grado di ospitare l'isola, data la povertà delle risorse e la durezza del suolo.

Trinsic

Nome:   Trinsic
Collocazione geografica:   Sakhalin
Luoghi di rilievo:   ex Palazzo Governativo
Rotte marittime:   Isola dei Bucanieri

“Trinsic la bella” era un tempo chiamata questa città, la seconda per grandezza tra le città umane dopo la capitale Ambrosia. La città vanterebbe tra l'altro il fatto di aver dato i natali a quello che è divenuto in tempi remoti il primo degli Eletti, Damien Cael. La domanda che molti uomini si pongono è cosa penserebbe costui se la vedesse oggi. Unica città del Sakhalin, Trinsic è divenuta la “capitale dell'eresia”. Sporcizia, incuria, rovina e violenza mascherano questo gioiello architettonico rendendolo irriconoscibile a chi lo avesse conosciuto in tempi passati. E' qui che vengono a trovar rifugio gli Eretici dai pericoli di Sakhalin e dal ripudio del “continente della Teocrazia”. Alcuni sostengono che Trinsic sia divenuta il centro pulsante della Setta dei Cercatori del Fuoco della Verità. Ma poco si conosce su questa che per molti resta solo una leggenda. Una volta, sotto l'incuria e la rovina del tempo, splendevano pareti di arenaria, e marmi cangianti, strade lastricate di pietre su cui passavano genti raffinate dell'alta società commerciale e nobiliare. Di quel tempo restano oggi le strutture, per primo il centrale Palazzo Governativo (sebbene utilizzato ormai come roccaforte dei signorotti che controllano la città), simboli dell'abilità costruttiva dei mastri operai che prestarono la loro opera e l'alta cinta muraria che  conserva la città al riparo dalle mostruosità delle limitrofe Foreste Nebbiose.

Vesper

Nome:   Vesper
Collocazione geografica:   Ki-An
Luoghi di rilievo:   n.n.
Rotte marittime:   Ambrosia, Nujel’m, Moonglow, Glacea, Minoc

La graziosa cittadina di Vesper è sita sul delta del fiume che dalle Miniere del Nord passa da Minoc e qui sfocia, permettendo una agile via di comunicazione tra le due città del nord. Vesper è città di commercianti e artigiani. Qui giungono le materie prime da Minoc per essere elaborate in preziosi manufatti, commerciati per tutto il Ki-An ed isole limitrofe. I commerci sono favoriti anche dalla posizione costiera, sebbene non centrale. Non troppo lontana è tra l'altro l'isola di Glacea con cui intensi, almeno in tempi passati, sono stati gli scambi commerciali.
Vesper è costruita su numerosi isolotti, tra i quali scorrono lente le acque del fiume. Numerosi ponti permettono il passaggio da una zona all'altra e rendono caratteristica l'urbanistica di questo agglomerato urbano. Città molto fredda, sopratutto nella stagione invernale, è costruita con grezza pietra mineraria. Edifici dalla spessa muratura e dal tetto in legno proteggono i cittadini dai rigori delle stagioni ed anche i passanti per le strade dalla forza del vento che spira dal mare. Ampie sono inoltre le piazze che permettono vie di fuga alle correnti d'aria.

Marmaros

La città di marmo sorge splendente in quella che dopo il “Grande Cataclisma” è divenuta l'omonima isola.
Agglomerato urbano di estremo fascino e ricchezza architettonica, racchiude in sé la bellezza dell'arte ed il fascino del mistero. Alcuni sostengono infatti che la città sia stata edificata in tempi lontani da una evoluta civiltà, i cui resti giacerebbero al di sotto della città stessa. Altri affermano che si tratti invece di una sorta di avamposto per la mitica città di Atlantide, e che qui esisterebbe un passaggio per essa. L'unica cosa certa, realmente documentata, è un passaggio che da un edificio della città porta alle Terre Perdute.

Papua

Persa nel mistero delle Terre Perdute, Papua è la più grande città conosciuta in queste lande pericolose.
Circondata da alte palizzate in legno, è costituita da edifici in legno e fango secco di una certa rilevanza architettonica. Relativamente famoso è l'edificio del fabbro di Papua che contiene uno dei più moderni macchinari mai visti a Sosaria. Secondo studiosi esisterebbe un passaggio magico che mette in comunicazione la città con quella di Moonglow. Esso sarebbe stato creato da uno studente del Liceo di Magia come esercizio per l'esame finale. A Papua si accederebbe dal lontano negozio di magia di Moonglow, sito nella penisola a nord-ovest. Per tornare indietro da Papua pare si debba andare laddove la violenza pubblica si esplica attraverso il freddo di una lama...

Delucia

Molti parlano di Delucia come la “città delle fiabe”. Effettivamente la localizzazione di questa piccola cittadina, ai piedi di alte montagne nelle Terre Perdute, le sue strette strade lastricate e di terra battuta, gli edifici di vario stile, sia in muratura che in legno, tutti finemente ricamati, sono fattori che fanno di Delucia un luogo di pace e tranquillità nello sconfinato e violento mondo delle Terre Perdute.

Atlantide - Il mito senza fine

 
Atlantide.
Il "non luogo" viene definito.
Più che una città è uno spazio interiore,
un luogo della propria essenza.
Atlantide è la raffigurazione di un archetipo,
di una prospettiva.
Atlantide.
Molti la cercano. Pochi riescono a trovarla.
Atlantide.
Può essere la baracca per il contadino,
una tettoia per colui che cammina affaticato sotto la pioggia,
il castello per il Nobile, un letto per lo stanco,
il bastone per lo storpio.
Atlantide può essere l'utopia da realizzare, il miraggio nel deserto.
Atlantide è, sicuramente, una meta.
Ma prima di ciò Atlantide è un cammino.
Atlantide è là, splendida.
Ma Atlantide è anche ovunque a Sosaria.
Perché essa è...
 

La pergamena strappata interrompe qui lo scritto. Chi sia l'autore non è mai stato definito. Secondo molti si tratta di un Eletto, qualcuno quindi che abbia raggiunto la mitica città di Atlantide, fonte di numerose leggende.
Esiste davvero? O si tratta solo di storie per ragazzi? Nessuno ancora lo sa con certezza.

[Su]
 
 



Atlantide III :: Lacrime degli Dei è uno shard italiano gratuito di Ultima Online
Attivo dal 5 Febbraio 2006
Hosted by IGZ
Powered by SphereServer
Creative Commons License